Penne Matte, il social network italiano per autori

Il panorama di piattaforme social per la scrittura è molto variegato e le possibilità molteplici. È impossibile dire quale sia la migliore perché le interazioni tra le persone possono far nascere storie in maniera totalmente imprevista. Penne Matte è una di queste. Proviamo a vedere cosa offre e come entrare in contatto.

Che cosa è Penne Matte

Continua il nostro viaggio tra le piattaforme social di scrittura, palestra ideale per l’autore alle prime armi ha la possibilità di esercitarsi nella propria passione con la possibilità di  raccogliere suggerimenti e indicazioni a chi ha la lettura e la scrittura come passione.

Penne Matte nasce a metà 2014 come social network di scrittura completamente italiano, impostazione che traspare già dal nome chiaramente italiano. Questo è sicuramente un vantaggio rispetto ai network internazionali che, per quanto possano essere grandi, difficilmente si concentrano sul nostro paese. L’idea di Penne Matte è quella di permettere agli autori di pubblicare la parte iniziale di un proprio racconto (massimo 10 pagine) e quindi invogliare i lettori a proseguire la lettura scaricando (eventualmente a pagamento) il resto e nel frattempo raccogliere commenti e opinioni.

Da un punto di vista tecnico Penne Matte non sembra presentare caratteristiche peculiari che lo possano distinguere dai servizi alternativi: fondamentalmente ci si iscrive, si comincia a scrivere e poi si pubblica sulla piattaforma. L’editor è molto semplice e permette banalmente di scrivere il racconto e di aggiungere una copertina caricando un’immagine e scegliendo tra qualche modello predefinito. In fondo non serve altro.

Una volta pubblicata gli altri utenti hanno la possibilità di commentare o di esprimere un semplice giudizio del tipo mi piace/non mi piace. In più punti viene proposta la possibilità di condividere il racconto sui social network più usati (Facebook, Twitter e anche Google+).

La navigazione tra le opere avviene principalmente per genere letterario e solo nella pagina principale c’è una selezione dei racconti più recenti e quelli più letti. Stranamente non c’è la possibilità di trovare, ad esempio, i racconti più apprezzati o più commentati. Essendo però che il numero di racconti non è esagerato è per ora una soluzione accettabile.

Penne Matte, selezione

La piattaforma di social writing

A questa parte di contenuti auto prodotti e auto pubblicata si affianca una sezione editoriale, ovvero un blog redazionale piuttosto attivo da cui attingere spunti, riflessioni e notizie utili alla vostra carriera di scrittore auto-prodotto. Vale la pena darci un’occhiata perché merita.

In generale però devo far notare che purtroppo la realizzazione del sito si pone soltanto ad un livello che potrei definire discreto. Intanto l’impostazione grafica è piuttosto convenzionale e alcuni testi non sono stati tradotti dall’inglese, non che questo sia importante, ma denota delle mancanze nella cura dei dettagli.
Più grave invece è la navigazione del sito che è un po’ approssimativa. Oltre alla già citata mancanza di alternative nella navigazione delle opere ho faticato anche a trovare la filosofia del servizio, generalmente riportata nel  classico “Chi siamo” e che invece ho trovato solo nel primo articolo del blog editoriale, totalmente nascosto insomma. Servirebbe una presentazione migliore.

Lasciamo però da parte le questioni tecniche, che non sono per forza determinanti per la qualità della piattaforma, e passiamo alla capacità promozionale di Penne Matte. In poco meno di un anno hanno avuto la capacità di trovare un’interessante collaborazione con Wired Italia in occasione del Lucca Comics 2014. Sicuramente è stata una grande occasione per gli autori di essere letti, speriamo che questo genere di attività continuino.
Inoltre c’è anche la pagina su Facebook che raccoglie ben 3700 utenti e su cui vengono regolarmente passati i racconti degli iscritti e i post editoriali.

Insomma, probabilmente vale la pena di promuoversi anche su Penne Matte, il social writing per italiani perché nel complesso il servizio non è male e perché ogni occasione va sfruttata.

One thought on “Penne Matte, il social network italiano per autori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.